Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link a tale informativa. Cliccando sull'apposito tasto acconsenti all'uso dei cookie, altrimenti rimarranno disabilitati. Questo avviso ti verrà riproposto tra un mese.
Come collegare la chitarra elettrica all’amplificatore

Hai da poco iniziato a suonare la tua mitica sei corde elettrica. Stai muovendo i primi passi sullo strumento ma non hai le idee chiare su un tipo di collegamento fondamentale. Forse sei un chitarrista in gamba e hai già superato la fase iniziale di apprendimento. Nonostante ciò ci sono alcuni passaggi poco chiari nell’operazione che ti permette di ascoltare il tuo strumento preferito.

Molti musicisti spesso passano gran parte del tempo nell’apprendimento di nozioni musicali. Nel caso specifico però della chitarra elettrica ci sono anche altre conoscenze tecniche essenziali da conoscere.

Ecco perché oggi ti spiegherò come collegare la chitarra elettrica all’amplificatore. Quello di cui avrai bisogno è un amplificatore, il tuo strumento e qualche cavo. Seguendo questi semplici passaggi effettuerai l’operazione alla perfezione e anche se l’hai già fatto, scoprirai nozioni importanti che prima non conoscevi. Sei pronto? Iniziamo!

Come collegare la tua chitarra elettrica all’amplificatore

  1. Collega l’amplificatore alla corrente elettrica assicurandoti che il tasto di accensione sia spento
  2. Assicurati che il volume o il Gain dell’amplificatore sia abbassato
  3. Inserisci un cavo Jack da 6.5 Mono nell’uscita Jack della tua chitarra
  4. Collega l’altra estremità del cavo Jack all’ingresso “input” dell’amplificatore
  5. Accendi l’amplificatore, attendi qualche secondo e alza pian piano la manopola del volume o del gain

L’operazione sembrerebbe semplice però c’è un passaggio molto importante che spesso viene trascurato anche da chitarristi esperti. Esattamente è il passaggio N.2 quello di cui sto parlando. Bisogna sempre fare attenzione che il Gain o i il Volume dell’amplificatore siano abbassati prima del collegamento. Accendere di colpo l’amplificatore con volumi alzati implica uno schiocco “botta” del cono dell’altoparlante che a lungo andare potrebbe comportare il suo malfunzionamento e di conseguenza una probabile sostituzione.

Stessa cosa potrebbe succedere nell’operazione contraria, cioè quella di scollegare lo strumento e quindi spegnere l’amplificatore. Quindi anche in questo caso assicuratevi prima di scollegare il cavo dal vostro strumento che abbiate abbassato il volume o il gain dell’amplificatore.

Collegarla ad un amplificatore a valvole

Qualora dovessi possedere un amplificatore combo valvolare, la procedura rimane esattamente la stessa. L’unica accortezza è che nel momento in cui dai alimentazione, devi tenerlo circa 10 secondi in stand-by prima di alzare il volume. Questo permette alle valvole di riscaldarsi correttamente ed entrare quindi in funzione.

Collegare la testata agli altoparlanti

Un paragrafo va dedicato anche al collegamento tra la testata e gli altoparlanti. Una tipologia di amplificatori, infatti, prevede una struttura in cui la parte dedicata all’amplificazione sia separata dal resto. In questo caso oltre a collegare il proprio strumento, c’è la necessità di collegare correttamente anche la testata alle casse. Per far ciò abbiamo necessità di un cavo appositamente fabbricato per il nostro scopo e cioè un cavo di potenza.

Sui cavi di potenza troverai in giro molte spiegazioni, spesso confuse e ingannevoli. Un cavo di potenza altro non è che un cavo con una sezione di dimensioni “sostenute” rispetto ai normali cavi, e lunghezze ridotte all’essenziale.

Questo perché la tensione da supportare è una tensione maggiore rispetto a quella dei cavi “normali”. La lunghezza ridotta ai minimi termini, permette di ridurre il rumore di segnale.

Conclusioni

Spero che questo articolo  ti abbia aiutato a collegare la chitarra elettrica all’amplificatore, questo almeno era l’obiettivo del post. Come hai potuto modo di leggere è un’operazione veramente semplice. Chiunque è in grado di farla seguendo questi semplici passaggi. Un altro obiettivo era quello di porre attenzione alle manopole dei volumi durante i vari collegamenti e l’accensione dell’apparecchiatura. Spesso, infatti, molti amplificatori subiscono dei gravi danni a causa di queste piccole accortezze che non vengono rispettate, anche dai musicisti più esperti. Prima di lasciarti e augurarti una buona musica, vorrei consigliarti due articoli che potrebbero ampliare la tua conoscenza: come collegare la chitarra al pc e la pagina iniziale del nostro sito web, così avrai una panoramica generale sulla chitarra elettrica.

 

 

 

 

About Author

You may also like

2 di Risposte ai commenti

  • roberto  2018-08-24 a 13:57

    ciao ho da poco acquistato una testa orange cr 120,più la cassa orange 1×12 .la testa ha due uscite da 16ohm (impedenza minima8ohm) avendo anche una cassa harley benton 2×12 con uscite 16ohm stereo e 8 ohm mono,come posso collegare le due casse alla testa senza creare problemi o guasti?grazie

    Rispondi
    • Parsifal  2018-10-17 a 16:55

      Purtroppo le casse sono incompatibili, il carico totale delle casse è di 4ohm e supera il carico minimo ammesso dalla testa che è di 8ohm, si andrebbe quindi a sovraccaricare il finale e non bene.

      Rispondi

Dai lascia un commento, zio!

Perfavore inserisci il tuo nome. Perfavore inserisci una mail valida Perfavore inserisci un messaggio