Come Sverniciare Chitarra Elettrica

Non sai come sverniciare la chitarra elettrica?Hai deciso di fare un restyling alla tua chitarra elettrica? Di cambiare il colore? Oppure hai deciso di costruire da zero il tuo strumento a sei corde? Qualsiasi sia la tua decisione, in questo articolo ti spiegherò in breve :

Come Sverniciare la Chitarra Elettrica

 

come.sverniciare.chitarra.elettrica

come.sverniciare.chitarra.elettrica

  • Armati di tanta pazienza. Non essere frettoloso ma, sii consapevole che il lavoro che starai per fare non è semplice.
  • Prepara bene il tuo banco di lavoro. Smontare la tua chitarra non sarà difficile ma, ricomporla se non ricordi tutta la struttura, soprattutto la minuteria, diventerà un serio problema. Organizzati con piccoli contenitori ed etichette. Non fidarti mai della tua memoria!
  • Non usare carta o strumenti abrasivi. Così facendo asporterai anche il legno. Usa invece un’apposito sverniciatore per legno chimico. Questo agirà soltanto sulla vernice.Il costo si aggira sui 10€ ed è disponibile in qualsiasi negozio di fai da te.In genere nel reparto dedicato al restauro dei mobili
  • Esegui l’operazione in un’ambiente possibilmente all’aperto o comunque arieggiato. Le vernici e i prodotti chimici possono nuocere alla salute.
  • Stendi lo sverniciatore a piccoli strati e lascia riposare fino a quando la vernice non si solleva.
  • Quando il corpo sarà interamente ripulito dalla vernice, usa della carta abrasiva finissima e infine della paglietta metallica per la rifinitura finale.
  • Se si vuole cambiare colore, usa prodotti anilinici (colori mordenti solubili in alcool), ci sono di tutte le tonalità.
  • Se invece si vuole ottenere un effetto “naturale”, consigliatissimo per la facilità di esecuzione,passa alla verniciatura finale in gommalacca. Secondo molti liutai questo metodo è il migliore in assoluto per mantenere le risonanze del legno, strumenti ad archi come viole, violini subiscono questo trattamento, qualcuno (vedi Jim Reed ed altri) a richiesta e su pezzi di prestigio, esegue questa procedura, (logicamente il prezzo lievita enormemente per l’abbondante mano d’opera necessaria).Il materiale si trova nei buoni colorifici in pacchetti da 250 gr. a scaglie, costa circa tre euro e va sciolta con alcool denaturato a 94° o meglio ancora 99°.
  • Procurati un panno, l’ideale è di “lino”, avvolgi un batuffolo di ovatta. Imbevilo con una piccola quantità di miscela, la punta del vostro “tampone”, stendetela con movimenti rotatori, cercando di seguire le venature del legno. Il trucco e di non saturare mai il tampone di gommalacca e non lasciare mai aloni di vernice, questo comporta un lavoro manuale lungo ed intenso.
  • Aspetta che asciughi bene prima di procedere con le altre “mani”. Ricorda di tenere le prime mani più “dense”, poi sempre più diluite con l’alcool, fino ad arrivare quasi all’alcool puro per ultime mani di lucidatura, inutile affermare che più mani date e migliore sarà il risultato finale.

Spendendo poco denaro avrai una chitarra personalizzata, la verniciatura in gommalacca, conferirà dei bellissimi riflessi sulle venature del legno, e sentirai una piacevole sensazione al “tatto” imbracciando la vostra sei corde.

Conclusioni

Spero che questa piccola sintesi, ti possa aiutare nell’ardua impresa di sverniciare la tua chitarra elettrica. Questo almeno era l’obiettivo. Le fonti utilizzate per questa stesura sono:

Spunti e informazioni prese da forum e siti web

e consulenze da parte di tecnici ed esperti chitarristi e liutai.

Se ti è piaciuto l’articolo spero tu possa condividerlo. Se pensi possa essere arricchito, scrivi pure nei commenti o invia una mail.

You may also like

No Comment

You can post first response comment.

Leave A Comment

Please enter your name. Please enter an valid email address. Please enter a message.